città-fortificata-alghero-totalguer

La Città Fortificata

Il sistema fortificato della città di Alghero, originariamente formato da 26 torri quadrate, nasce in epoca medioevale, durante la dominazione genovese.

Furono però i catalanoaragonesi, visto il deterioramento del sistema difensivo, non più in grado di garantire la protezione della città, a decidere di restaurare le torri agli inizi del cinquecento.

torre-di-garibaldi|Torre de la Magdalena - ©FrancescaSalaris|Torre de la Magdalena - ©MarcoMuraFerdinando il Cattolico, pur mantenendo lo stesso itinerario, decise di dare un’altra forma alle strutture difensive che da quel momento in poi saranno caratterizzate da muraglie più basse e solide.

Sarà anche rinforzata la linea fortificata di terra con la realizzazione dei Forti della Maddalena, di Montalbano e dello Sperone. Tra la fine dell’ottocento e l’inizio del novecento, dopo la cancellazione di Alghero dalle Piazzeforti militari (1867) iniziò l’abbattimento delle cortine dello Sperone e della Maddalena e delle opere avanzate che erano state edificate verso l’interno del territorio per consentire lo sviluppo della città moderna.

Attualmente si contano 8 torri che formano il sistema difensivo cittadino e altre 10 fuori dal territorio della città che sono state costruite tutte con la stessa finalità di avvistamento e difesa in caso di attacchi provenienti dal mare.


Share this Post: